Il Mare di Tortoreto

Con il suo fondale sabbioso che declina dolcemente verso il largo e la sua limpidezza, è adatto per trascorrere vacanze indimenticabili all’insegna della spensieratezza, sia per i grandi che per i nostri piccoli ospiti.

Affondare con i piedi nella sabbia dorata, passeggiare sulla battigia lasciando che l’acqua lambisca i piedi, farsi cullare dalla melodia delle onde, tuffarsi nel mare invitante è un modo semplice per rilassarsi e ricaricarsi.
Il verde delle palme, i colori dei profumati oleandri, il sapore salino del mare ed il riflesso luminoso della soffice sabbia, vi accompagneranno lungo l’invidiabile passeggiata posta tra la spiaggia e il vivace lungomare.
Inoltre, per gli amanti della bicicletta si possono percorrere gli oltre 25 km di pista ciclabile sul mare, oppure tra le verdeggianti colline dell’entroterra.

Tortoreto Città

La moderna ed elegante frazione di Tortoreto Lido è una rinomata località balneare dell’Adriatico, situata nella parte più settentrionale d’Abruzzo. I 4 km di ampia spiaggia di sabbia dorata finissima, le acque limpide e pulite dal fondale dolcemente degradante, invitano ad una gradevole vacanza in perfetta simbiosi tra il mare e le verdi colline circostanti.
Salendo dal Lido, attraverso una macchia formata da uliveti e vigneti, si giunge a Tortoreto Alto, suggestivo borgo medievale posto a 227 m., a ridosso del Mar Adriatico. La posizione aerea di Tortoreto Alto rappresenta un privilegiato osservatorio dal quale, grazie ai numerosi balconi naturali sospesi nel vuoto, è possibile godere di una visione unica della costa, delle vallate del Salinello e del Vibrata e del Gransasso.

Il centro storico di Tortoreto è un sistema di piccole piazze, di rue strette, di archi e torri caratterizzate dalle calde tonalità del mattone e che conserva la struttura del borgo fortificato.
Reperti ritrovati nella zona testimoniano la presenza dell’ uomo sul territorio sin dalla preistoria.
La prima notizia storica è del 943 a.c.: in un documento di quell’ anno, viene menzionata la corte di “Turtustu”. L’ antico abitato conserva ampi resti di una prima cinta muraria del XIV secolo, inglobati nella scarpa di una seconda cerchia di mura databili al secolo successivo. Di particolare interesse è la chiesa di S. Maria della Misericordia, dove si possono ammirare gli splendidi affreschi eseguiti nel 1526 da Giacomo Bonfini e dai suoi collaboratori.
La parte più alta della città, che un tempo ospitava la nobiltà locale, oggi, è sede del Municipio e di alcuni importanti appuntamenti culturali.

Per una vacanza di Puro relax!